Marketing nel no profit: ovvero fare comunicazione per le associazioni in maniera strategica e trovare i finanziamenti.

 

comunicazione per associazioni

Premessa fondamentale

Un’associazione, una onlus o ONG o cooperativa o consorzio senza scopo di lucro, non può fare marketing.  Cioè non può pubblicizzare attività o contenuti o “vendere” prodotti. Una Associazione può fare solo “promozione” delle proprie attività, cercare nuovi soci, promuovere campagne per il sostegno delle proprie attività.

 

Comunicare

Nel momento stesso in cui si fonda e costituisce una associazione si comunica; si dice al mondo: noi esistiamo e abbiamo un obiettivo.  Le finalità, gli intenti sociali e valoriali che vengono definiti stabiliscono in prima istanza, mediando il termine dal marketing aziendale,  la nostra Brand Identity.

Comunicare significa etimologicamente: mettere in comune, condividere un contenuto o qualcosa. Per questo qualsiasi azione mettiamo in atto, qualsiasi scopo la nostra associazione persegua, diventano a tutti gli effetti una messa in condivisione della nostra idealità, identità, finalità.

Proprio per questo, ogni errore nella comunicazione di una associazione, può esser un errore che si rischia di pagar caro.

 

comunicazione per le associazioni
Esempio di comunicazione antiproducente

 

La comunicazione per le Associazioni

Ci sono alcuni principi fondamentali che occorre tener presente: per fare attività sociale e/o culturale, bisogna farsi conoscere e poterlo fare.  Ci siamo occupati di costituire e aiutare a crescere diversi enti  senza scopo di lucro, negli anni e il limite che spesso abbiamo incontrato è quello di confondere il volontariato la spontaneità come il principio fondante della propria attività. Sbagliato, i principi fondanti sono altri due: i valori che si vuole trasmettere e gli obiettivi che si cerca di perseguire.  Fermo restando che non si prescinde dal primo, per ottenere risultati nel secondo occorrono per forza di cosa: volontà, presenza, spirito, persone, disponibilità sia temporali che materiali e finanziarie. Vige la regola del ciclo sistemico:  per poter fare occorre ottenere risorse, per ottenere risorse occorre farsi conoscere, per farsi conosce bisogna fare ecc.: farsi conoscere ->  ottenere risorse ->  fare -> farsi conoscere…

 

Obiettivi della comunicazione 

Stabilita l’importanza di non confondere i principi di “volontarietà” con le necessità oggettive che sono insite in qualsiasi iniziativa e richiedono investimento, il secondo passo da importante da fare è quello di comprendere quali sono i nostri obiettivi se vogliamo intraprendere una campagna di comunicazione:

  • Promuovere una iniziativa
  • Promuovere le proprie attività
  • Trovare nuovi soci
  • Farsi conoscere e trovare
  • Promuove un servizio alla cittadinanza
  • Fare pubbliche relazioni con le istituzioni
  • Trovare finanziatori e donatori

I media della comunicazione

Anche il mezzo diventa comunicazione: ” il medium è il messaggio” (Marshall McLuhan) . I mezzi per fare “marketing” sono molteplici e possono essere usati strategicamente a seconda di quel che si vuol comunicare.  Dobbiamo quindi scegliere le modalità operative in maniera definita e portarla avanti.

Tra i mezzi che possiamo usare:

  • Social network
  • TV e Radio
  • Giornali
  • Email e newsletter
  • Istant Messaneger
  • Brochure e volantini

 

 Posizionamento e Brand Identity

Uno degli obiettivi principali di qualsiasi organizzazione è farsi conoscere o almeno far conoscere quel che si fa con qualità. Questa attività che nella società moderna qualifica anche le organizzazioni di volontariato, si chiama costruzione della brand identity. Basti pensare a quelle organizzazioni “famose” nel mondo che non hanno bisogno di presentazioni quali Unicef, Save The Children, Greenpeace, ecc.

Tutte queste realtà hanno costruito intorno a sé una storia di positività a tutto tondo. Questo è stato voluto, maggiore è la conoscenza e credibilità della propria realtà, maggiori sono i fondi ottenibili per lo sviluppo di progetti di aiuto e nella capacità di direzionare le politiche nazionali, contribuendo al miglioramento della società.

Una delle tecniche moderne utilizzate e che costruiamo nella nostra attività è lo storytelling che ha il pregio di “raccontare” chi siamo. E’ anche una delle tecniche più antiche di comunicazioni visto che in forma “semplificata” si può ritrovare nei racconti orali tramandati di generazione in generazione e addirittura nei disegni rupestri degli uomini della pietra.

Costruire o dare forma alla propria identità attraverso lo storytelling aiuta a crescere.

 
contatti